Locandina

Per una rivoluzione spirituale e relazionale

Roberta Radich (dirigente Liceo scientifico A. Volta di Milano)

Sono profondamente convinta che il cambiamento passi per una rivoluzione etica e spirituale delle coscienze personali e collettive e, pur non essendo cattolica, penso che l’enciclica di papa Bergoglio dia voce a questo bisogno e a questa necessità. Da sinistra si è sempre invocato il cambiamento economico, sociale e politico, e dal mondo cattolico il cambiamento individuale. Né l’uno, né l’altro: solo una visione sistemica e globale dell’uomo inserito nel suo contesto ambientale e sociale può favorire un concreto cambiamento dell’approccio al Pianeta, alle relazioni tra gli uomini e tra gli uomini, gli animali e l’ambiente.

Solo una nuova concezione della politica che sottenda una rivoluzione spirituale e relazionale può produrre un cambiamento all’altezza dell’immane sfida ambientale, economica e politica che abbiamo davanti a noi.