Locandina

Liberare gli animali da ogni oppressione è giustizia sociale

Gianluca Felicetti (presidente LAV – Lega AntiVivisezione italiana)

Come altri “invisibili”, anche gli animali entrano come protagonisti in questo appello, e in stretta interconnessione tra loro. E noi. Con »il rispetto dell’unicità e della dignità di ogni essere», la battaglia per la liberazione degli animali da ogni oppressione e sfruttamento è giustizia sociale.

Esempio-simbolo è la questione alimentare: la massiva produzione animale con il suo contributo ai cambiamenti climatici e ai conseguenti effetti negativi, l’utilizzo delle risorse vegetali per far ingrassare animali nel Nord del mondo, la carenza di cibo per gli umani nel Sud del mondo, le sofferenze degli animali, l’aumento delle malattie dovute ai consumi sbagliati, l’antibiotico-resistenza, l’abbattimento delle foreste, i mega inquinanti trasporti agli impianti di macellazione. C’è bisogno di altro per comprendere la necessità dell’integrazione non solo delle «grida di dolore» di ogni essere, ma delle azioni per non farle più emettere?